Drawings of Roman architecture (1795 - 1877): By AUGUSTIN - Théohpile Quantinet

1 October - 31 December 2016
Works
Overview

La Galleria Paolo Antonacci – in occasione della X Biennale dell’Antiquariato di Roma a Palazzo Venezia – presenta, insieme ad una importante collezione di dipinti del XIX secolo, una raccolta di disegni e acquerelli dell’architetto francese Augustin-Théophile QUANTINET (Parigi, 1795 – 1867).

 

Si tratta di circa 130 disegni, realizzati con varie tecniche (penna, inchiostro, acquerello e carboncino) su carta, firmati e datati, eseguiti a Roma tra il 1822 e il 1824, come si evince dalle date apposte su quasi tutti i fogli.

 

Lo straordinario interesse della inedita raccolta, proveniente da una collezione francese, si deve all’insieme omogeneo di rilievi, piante ed alzate di palazzi romani noti e meno noti, messi insieme dallo stesso autore. Tra di essi figurano, solo per citarne qualcuno, i palazzi Borghese, Rospigliosi, Venezia, Verospi, Barberini, Ossoli, Ginnasi, Firenze e Mattei.

 

Nella seconda metà del 1820 Quantinet risiedette presso l’Académie de France a Roma. In seguito viaggiò in Italia a sue spese, soggiornando più volte a Roma, almeno fino al 1824. Rientrato in Francia ricoprì diverse cariche pubbliche: fu architetto governativo e ispettore dei lavori dell’Arco di Trionfo per l’Étoile degli Champs-Élysées (1824-30) e del Palais de Justice (1834-40).

 

Questo notevole corpus di disegni, che esige il confronto con i capisaldi dello studio dell’architettura italiana da parte dell’École parigina quali i Palais, maisons et autres édifices modernes, dessinés à Rome di Percier (1798) e gli Édifices de Rome moderne di Letarouilly (disegnati a Roma nel 1820 e poi pubblicati tra il 1840 e il 1855), è stato studiato e pubblicato in un esaustivo catalogo dagli storici dell’arte Alessandro Cremona e Sandro Santolini e dall’architetto Claudio Impiglia.

View the catalogue